I Big Data e l'industria dei media

ISBN: 9788815261922.Description: [106] p. In: Economia della cultura, Anno XXVI, n. 4 (2016), p.483-589 Anno XXVI, n. 4 (2016), p.483-589Summary: Una delle caratteristiche distintive dell'industria dei media è la grande in certezza dei risultati. Gli introiti commerciali di un romanzo, di un film, di un brano musicaleo altro prodotto medútk sono imprevedibili. Solo dopo che un contenuto è offerto al pubblico è possibile valutare il suo valore di mercato e il risultato economico che si può ottenere. Ma nel caso di insuccesso i costi di produzione e distribuzione non sono recuperabili, gli investimenti spesso ingenti si perdono. Per questo l'industria dei media è considerata ad alto rischio. Sono gli incassi generati da un numero limitato di best seller che coprono, ma non sempre, le perdite generare da tutti gli altri prodotti senza successo di un editore (Richeri, 2012). La situazione è aggravata do tre fáttori che sono in crescita tendenziale: a) i costi di produzione e marketing, b) la frammentazione dell'audience, e) la concorrenza per conquistare attenzione e tempo delle persone. Per queste ragioni i big data stanno assumendo sempre piu importanza per l'industria dei media. La loro raccolta ed elaborazione offrono infatti la possibilità di ridurre l'in­certezza dei risultati nel mercato dei contenuti mediali, quindi il rischio economico. Le loro applicazioni principali servono a produrre, selezionare e distribuire contenuti che corrispondono molto meglio ai gusti, ai desideri, agli stili di vita dei clienti ed a indirizzare in modo più mirato i messaggi pubblicitari verso i consumatori. Il nostro dossier intende affrontare il tema dei big data in quest 'ambito mettendo in evidenza modalità di sfruttamento, esempi di successo insieme ai principali problemi insorgenti. (Font: Nota introduttiva)
Tags from this library: No tags from this library for this title.
    average rating: 0.0 (0 votes)
No physical items for this record

Una delle caratteristiche distintive dell'industria dei media è la grande in certezza dei risultati. Gli introiti commerciali di un romanzo, di un film, di un brano musicaleo altro prodotto medútk sono imprevedibili.
Solo dopo che un contenuto è offerto al pubblico è possibile valutare il suo valore di mercato e il risultato economico che si può ottenere.
Ma nel caso di insuccesso i costi di produzione e distribuzione non sono recuperabili, gli investimenti spesso ingenti si perdono.
Per questo l'industria dei media è considerata ad alto rischio. Sono gli incassi generati da un numero limitato di best seller che coprono, ma non sempre, le perdite generare da tutti gli altri prodotti senza successo di un editore (Richeri, 2012).
La situazione è aggravata do tre fáttori che sono in crescita tendenziale: a) i costi di produzione e marketing, b) la frammentazione dell'audience, e) la concorrenza per conquistare attenzione e tempo delle persone. Per queste ragioni i big data stanno assumendo sempre piu importanza per l'industria dei media.
La loro raccolta ed elaborazione offrono infatti la possibilità di ridurre l'in­certezza dei risultati nel mercato dei contenuti mediali, quindi il rischio economico. Le loro applicazioni principali servono a produrre, selezionare e distribuire contenuti che corrispondono molto meglio ai gusti, ai desideri, agli stili di vita dei clienti ed a indirizzare in modo più mirato i messaggi pubblicitari verso i consumatori.
Il nostro dossier intende affrontare il tema dei big data in quest 'ambito mettendo in evidenza modalità di sfruttamento, esempi di successo insieme ai principali problemi insorgenti. (Font: Nota introduttiva)

Nota introduttiva = Introductory note / Giuseppe Richeri -- Une nouvelle phase d'industrialisation de la culture. La sélection et la conception de contenus assitées par les donnés / Vincent Bullich -- Big data y Big GAFA. Reflexiones sobre la economía de datos / Juan Carlos Miguel Bustos -- I Big data nella produzione e nell'offerta televisiva: il caso di Netflix / giuseppe Richeri -- TV: i Big data nei sistemi di misurazione dell'audience di programmi e publicità / Angelo Amoroso -- Mégadonnées et protection de la vie privée / Bertil Cottier -- Argomenti: Culture as a pillar in sustainability: the best is yet to come / Jordi Pascual -- Documentazione: sistema Musei Civici di Roma: Identikit del visitatore / Roberta Biglio, Valeria amantini -- Recensioni

There are no comments for this item.

Log in to your account to post a comment.

Click on an image to view it in the image viewer

Powered by Koha

Iconos diseñados por Freepik desde www.flaticon.com con licencia CC 3.0 BY